post

AMARCORD IN BIANCOBLU: S.LEONZIO-CAVESE

Quel sussulto rappresentò uno dei rari momenti di gioia nei due anni del Presidente Domenico Campitiello tra il 2015 ed il 2017. La prima stagione del 2015/2016 si era conclusa con un 3° posto in classifica dei metelliani e quindi la successiva vittoria dei play-off in finale ai danni della Frattese in campo avverso. Poi il tanto paventato ripescaggio in Lega Pro era sfumato tra una coltre di misteri e dietro le carte presumibilmente non corrette arrivate nelle stanze della Lega. Ad ogni modo, la Cavese ci riprovò anche nel 2016/2017, ripartendo tra gli altri da un giovane ragazzo marchigiano di Jesi, Alessandro Gabrielloni, giunto a Cava de’ Tirreni dopo esperienze andate bene a metà sia con il Campobasso che con la maglia del Taranto. Qualche dubbio c’era insomma nei confronti dell’attaccante jesino. Tuttavia, Gabrielloni seppe nel corso di quel campionato fugare ogni dubbio mettendo a segno ben 16 pesanti gol, che però neanche quella volta permisero agli aquilotti di andare oltre i play-off.
In quella stagione comunque la Cavese ottenne la vittoria più convincente all’Angelino Nobile di Lentini il 23 ottobre del 2016. Gli aquilotti vinsero nettamente per 3-1 interrompendo una imbattibilità casalinga dei bianconeri siculi, che durava da tre anni. Segnarono D’Anna al 15’, Gabrielloni al 33’ e quindi Di Deo su rigore al 64’, prima che al 93’ Ricciardo su rigore accorciasse le distanze. Di lì in avanti quel corso della stagione mutò. La Sicula Leonzio assunse in panchina Francesco Cozza e la squadra volò diritta in Lega Pro.
La Cavese aveva giocato per la prima volta a Lentini nel 1988/89, impattando per 0-0, quindi nella stagione successiva sempre in Serie C2 finì 1-1 con rete degli aquilotti di Fabrizio Del Rosso, mentre un altro pareggio a reti inviolate arrivò nella stagione del 1990/91. Un risultato ad occhiali era comunque quello destinato a ripetersi con maggiore frequenza in casa dei siculi, in quanto anche nella stagione di Serie D del 2002/2003 la Cavese alal penultima giornata impattò al Nobile di fronte a quella squadra allora denominata Lentini. La Cavese, comunque, battendo la domenica precedente in casa il Corigliano di misura, aveva guadagnato matematicamente la promozione in Serie C2.

Vincenzo Paliotto

Please follow and like us:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *